Alla base di tutta l'elettrotecnica e dell'elettronica c'è la legge di Ohm:
R = V / I

che esprime la relazione tra la differenza di potenziale (V) applicata ai capi di un conduttore, l' intensità di corrente che lo attraversa (I) e la resistenza (R) che si oppone al passaggio della corrente.

Le tre grandezze si misurano in:
  • resistenza: Ohm ed ha come simbolo
  • differenza di potenziale: Volt ed ha come simbolo V, detta anche d.d.p. (differenza di potenziale) o tensione
  • intensità di corrente: Ampere ed ha come simbolo A
Dalla formula precedente per il calcolo della resistenza si può ricavare la formula per il calcolo della corrente e della tensione:
I = V / R
V = R * I

Il circuito simulatore seguente permette fare esperimenti con la legge di Ohm:
circuito
V
0
0 A
0

Selezionando una delle tre formule è possibile calcolare il risultato introducendo gli altri due parametri.

Di default nello schema vengono visualizzati anche gli strumenti di misura rispettivamente:
  • A1: l'Amperometro che permette di misurare l'intensità di corrente (Ir), va inserito in serie nel circuito
  • V1: il Voltmetro che permette di misurare la differenza di potenziale (Vr), va inserito in parallelo al punto in cui si vuole rilevare la tensione
Le sigle nel circuito indicano:
  • G: il generatore in corrente continua
  • R: la resistenza
  • Vg: la tensione di alimentazione del circuito
  • Vr: la tensione sulla resistenza (coincide con Vg)
  • Ir: la corrente che circola nel circuito

Il circuito calcola anche la potenza dissipata dalla resistenza secondo la formula:
P = V * I
dove:
  • P: è la potenza espressa in Watt ed ha come simbolo W
  • V: è la tensione espressa in Volt
  • I: è la corrente espressa in Ampere
Nel simulatore si possono anche introdurre i valori specificando il numero seguito dal multiplo o sottomultiplo:
  • M = mega 10^6 es. 12M = 12000000
  • k = kilo 10^3 es. 1.5k = 1500
  • m = milli 10^-3 es. 100m = 0.1
  • µ o u = micro 10^-6 es. 12u = 0.000012
  • n = nano 10^-0 es. 250n = 0.00000025